Pubblicato il

LA FATTORIA – TAPPETO “ATTACCA E STACCA”

Iniziamo ad insegnare ai nostri bimbi le prime paroline e i primi versi

Dopo la fase della lallazione, sentiamo l’esigenza di insegnare ai nostri cuccioli

le prime paroline, i primi versi di animali.

Ovviamente questa fase non ha le stesse tempistiche per tutti i neonati,

perché ogni bimbo è unico, ha i suoi tempi ad imparare e comprendere.

Ricordiamocelo sempre!

Soprattutto non facciamoci influenzare da ciò che la gente

attorno a noi ci dice, ci racconta o ci impone.

Non preoccupiamoci, i nostri bambini sono speciali e per questo

rispettiamo le loro tempistiche!

A fronte di questa riflessione, noi vogliamo proporvi un gioco classico

ma con il valore aggiunto del fatto a mano:

LA FATTORIA “ATTACCA E STACCA”

La fattoria è circondata da cespugli e alberi, da un laghetto e da una pozzetta di fango.

Tutto questo per insegnare ai nostri bimbi quali animali fanno parte del mondo

dell’acqua e quali invece si trovano sul prato verde o sul fango.

Questo è un modo per iniziare ad insegnare anche i diversi colori associati non solo

ai cuccioli della fattoria, ma anche e soprattutto per evidenziare i diversi spazi:

cielo, acqua, fango, prato.

Gli animali che presentiamo sono quelli classici della farm:

pecora, mucca, gallina e gallo, maiale, pesce, rana, papera, cavallo, cane, gatto e coniglio.

Noi abbiamo deciso di realizzarne uno tutto speciale e

completamente personalizzabile,

con il nome del piccolo bimbo scritto sulla casina.

Si possono scegliere gli animali e la quantità di figure che vuoi.

Un tappeto creato grazie all’utilizzo di feltro, pannolenci e velcro.

E’ possibile creare la versione orizzontale

oltre a quella della foto che è in verticale.

Il tappeto può esser appeso o anche steso per terra per i più piccini.

Vedrete che i vostri bimbi si divertiranno ad attaccare gli animaletti e a imparare i loro versi.

Con il divertimento è più facile insegnare e imparare!

Ricordiamocelo!

Per acquistare questo articolo –> IL MIO CARRELLO 

Share this :
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *